pareti verdi casa

Pareti verdi in casa: un elemento di stile e design per abitazioni più green

Le pareti verdi in casa sono un elemento di stile, ma possono offrire anche vantaggi in termini di risparmio energetico. Scopri tutte le info.
25.06.2024 /
Condividi
Condividi

L’attenzione da parte delle persone verso la sostenibilità sta aumentando, così come il desiderio di vivere ambienti più confortevoli, non solo dal punto di vista climatico. Gli ambienti domestici devono avere requisiti diversi rispetto al passato e, soprattutto in seguito alla pandemia, c’è una maggiore ricerca di spazi comodi e adeguati alle proprie esigenze, specie se si lavora in smart working. Oggi vogliamo portarvi alla scoperta di un elemento molto particolare, che può essere usato sia per le facciate esterne degli edifici sia per arredare muri interni. Stiamo parlando delle pareti verdi, strutture che in casa (o in ufficio) possono aiutare a realizzare un arredo di stile, ricreando un luogo unico, personalizzato e su misura delle proprie esigenze. Allo stesso tempo, questa soluzione può offrire anche altri vantaggi. Scopriamo insieme cos’è una parete verde, come funziona e la sua utilità. 

Cosa sono le pareti verdi?

Con “pareti verdi”, conosciute anche come “giardini verticali”, si intende la copertura a verde di una superficie verticale. A idearle è stato il botanico francese Patrick Blanc, che negli anni Ottanta ha realizzato la prima opera di questo tipo a Parigi. Questa soluzione, che può essere usata sia all’esterno che all’interno degli edifici, oltre a essere estremamente decorativa, come vedremo può offrire numerosi benefici, anche dal punto di vista della sostenibilità ambientale. 

Pareti verdi: come funzionano

Esistono diversi modi per realizzare una parete verde, che prevedono modalità di installazione e manutenzione differenti. È possibile utilizzare specie vegetali rampicanti che vengono piantate al suolo per poi svilupparsi lungo la superficie verticale: le piante possono essere fissate direttamente alla facciata oppure essere sostenute da graticci o reti, ad esempio. La tecnica conosciuta come “living wall“, invece, è costituita da un sistema modulare integrato alla facciata e sistemi di irrigazione automatici. Questi moduli ospitano varie essenze vegetali di diversa provenienza e specie, realizzando così un vero e proprio “quadro vivente”.

I vantaggi dei giardini verticali

I giardini verticali hanno un impatto estetico notevole. La presenza in casa o in ufficio di una o più pareti verdi regala sicuramente un tocco personalizzato, elegante e originale agli ambienti. Rappresenta un vero e proprio elemento di arredo. Lo stesso vale per le facciate esterne degli edifici che, grazie alla copertura verde, permettono di realizzare oasi urbane rigogliose e rigeneranti. Ma i vantaggi di adottare questo genere di soluzione, come anticipato, non si fermano qui. Ecco alcuni dei benefici attribuiti alle pareti verdi:

  • possono aiutare a ridurre la dispersione termica, con conseguente risparmio energetico;
  • contribuiscono a diminuire i rumori ambientali, migliorando il comfort abitativo (a questo proposito, abbiamo dedicato un approfondimento a come insonorizzare la casa intervenendo su pareti, soffitti e pavimenti);
  • favoriscono il miglioramento della qualità dell’aria, riducendo le polveri sottili;
  • aumentano la biodiversità.

I vantaggi energetici di una parete verde

Concentrandosi su quelli che possono essere i vantaggi dal punto di vista energetico delle pareti verdi, ENEA ha ottenuto risultati interessanti nell’ambito del progetto “Infrastrutture ‘verdi’ per migliorare l’efficienza energetica degli edifici e la qualità del microclima nelle aree urbane”. Questo lavoro ha permesso di rilevare che lo strato di vegetazione messo a copertura del solaio e delle pareti esterni dell’edificio prototipo presso il Centro Ricerche ENEA Casaccia può mantenere le temperature superficiali sotto i 30 °C, evitando le intense variazioni termiche che si verificano sulle superfici di solai e pareti privi di vegetazione, dove la temperatura, nelle ore più calde, può raggiungere i 50°C. Grazie alla copertura di vegetazione, è stato notato che all’interno dell’edificio era possibile ridurre la temperatura interna in estate fino a 3°C. È stato inoltre calcolato un abbattimento del flusso termico entrante nell’edificio del 50% ed è stata fatta una stima di riduzione dei consumi elettrici di circa 2 kWh/m².

Realizzare una parete verde in casa

In commercio esistono varie soluzioni per chi intende realizzare una parete verde interna, come pannelli modulari in materiali differenti, con vasi e tasche specifici. In caso di spazi limitati generalmente ci si può muovere in autonomia, ma se l’area da allestire è piuttosto ampia è bene affidarsi a degli specialisti. La superficie verde può essere creata in varie zone della casa. Nei pressi della cucina, ad esempio, si potrebbe installare una piccola parete riservata alle piante aromatiche, mentre nel soggiorno una parete con altri tipi di piante e fiori. Per quanto riguarda la selezione delle essenze vegetali, sarà importante optare per piante che vivano bene in ambienti chiusi e che si adattino alla temperatura e al grado di luminosità del luogo in cui saranno posizionate. Nella scelta, inoltre, bisognerà tenere conto del budget che si vuole spendere e dell’effetto estetico che si desidera ottenere. 

Pareti verticali: come prendersene cura?

La complessità di manutenzione di un muro verde dipende molto dalla tipologia di installazione e dal fatto che il giardino verticale si trovi fuori o all’interno. Le operazioni possono comprendere la cura delle piante, dell’impianto di fertilizzazione, di irrigazione e della struttura stessa. Può essere dunque più o meno impegnativa e richiedere o meno il supporto di esperti. Una delle alternative disponibili per chi desidera una parete interna che non richieda manutenzione è l’uso di verde stabilizzato, che si ricava immergendo muschi o licheni in una soluzione specifica al fine di mantenerne inalterato l’aspetto nel corso del tempo. 

Quanto costa una parete verde

Anche i costi di una parete verde tendono a variare sulla base di diversi elementi, tra cui la grandezza della superficie da coprire, i materiali usati, il sistema di irrigazione individuato, le piante scelte. Ricordiamo che i lavori di copertura a verde fino al 31 dicembre 2024 sono incentivabili grazie al Bonus verde, che consiste in una detrazione del 36% sulle spese sostenute per sistemazioni a verde di aree scoperte di edifici privati a uso abitativo. 

Le pareti verdi possono quindi essere una soluzione per aumentare il comfort abitativo ma anche per andare verso un approccio maggiormente sostenibile. Tema, questo, particolarmente caro a Residenze Immobiliare che, avendo a cuore l’ecosostenibilità, porta costantemente avanti iniziative a favore dell’ambiente, sia nella gestione interna sia nelle operazioni esterne relative agli immobili proposti in vendita e ai progetti seguiti. Chi volesse saperne di più può contattare Residenze Immobiliare per ricevere maggiori informazioni.

I nostri servizi

Residenze Immobiliare è il partner perfetto di chi costruisce e anche di chi cerca casa. Molto più di una semplice agenzia, è una realtà matura che ha saputo interpretare correttamente le esigenze di un mercato immobiliare in profondo rinnovamento.
Home » Pareti verdi in casa: un elemento di stile e design per abitazioni più green

Cerca fra le pagine e nel blog

Scrivici

Campo obbligatorio
E' richiesta una email valida
Campo obbligatorio