permessi soppalco
08.09.2021 /

Costruire un soppalco: quali sono le autorizzazioni richieste?

Il tipo di documento necessario dipende dalle caratteristiche dell’intervento che si intende realizzare

Realizzare un soppalco all’interno della propria abitazione. Un’idea che in molti valutano e che può essere particolarmente valida e proficua soprattutto se si hanno a disposizione ambienti molto alti e se si ha necessità di più spazio. Il soppalco può essere anche molto bello esteticamente e può conferire a un ambiente un aspetto particolare e contemporaneo. Uno dei primi aspetti da indagare se si intende realizzare un soppalco è tuttavia quello dell’autorizzazione necessaria per realizzare l’opera.

Permessi per realizzare un soppalco

Per costruire un soppalco possono essere necessarie due diverse autorizzazioni che variano a seconda del tipo di intervento. In particolare occorre chiedere il permesso di costruire se l’opera è di dimensioni elevate e se va a creare una superficie abitabile e calpestabile che quindi genera un aumento della superficie dell’immobile, dando vita a un ambiente destinato a essere abitato, come ad esempio una camera da letto o uno studio. Basta invece una semplice Scia se si intende realizzare un intervento di minore entità: magari solo un ripostiglio, uno spazio non abitabile in cui appoggiare e riporre degli oggetti e che quindi non generi l’aumento della superficie dell’immobile e del carico urbanistico. A incidere nella distinzione tra l’uno e l’altro tipo di opera possono essere in parte anche i materiali utilizzati e il peso della struttura che si costruisce poiché ci si deve accertare che questo possa essere agevolmente sopportato dai sostegni previsti. Più di tutto comunque fanno rilievo le dimensioni e le finalità di utilizzo del soppalco. Ogni opera deve quindi essere valutata nel suo complesso ovviamente avvalendosi della consulenza di un tecnico per determinare quale sia il permesso da richiedere.
Fondamentale punto di riferimento nel merito della questione è la sentenza n. 6681 del 30 ottobre 2020 che appunto ribadisce la necessità di richiedere un permesso di costruire solo per soppalchi di dimensioni e altezza tali da poter essere abitabili e non per quelli destinati solo a deposito.
La realizzazione di un soppalco abitabile, di grandi dimensioni, con funzione diversa da quella di ripostiglio, se non autorizzata da permesso di costruire, costituisce un abuso edilizio. Chi costruisce l’opera senza la necessaria autorizzazione rischia quindi di essere sottoposto a processo penale mentre il soppalco può essere oggetto di un ordine di demolizione.

Residenze Immobiliare » Blog » Normativa » Costruire un soppalco: quali sono le autorizzazioni richieste?

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa