castello cesano lavori pnrr
24.05.2022 /

Cesano, nuova vita al castello del borgo grazie al Pnrr

A fine maggio partono i lavori che trasformeranno il castello in un centro civico per il territorio

Grazie all’inserimento nei piani integrati metropolitani del PNRR che sono stati approvati da Roma Capitale, il Castello di Cesano tornerà ad essere il fulcro culturale e civico del centro storico di questo borgo a nord di Roma.

Una notizia che i cittadini del territorio attendevano da anni, più precisamente da quando questo edificio monumentale, costruito tra fine XIX e inizio XX secolo, subì dei danni a causa del sisma che si verificò nel centro Italia il 30 ottobre 2016. Da allora il palazzo è stato svuotato e dichiarato inagibile, tanto che non ci si poteva più neanche avvicinare a causa del rischio di crolli dovuti proprio ai danni del sisma.
 
In questi anni non sono mancati i progetti per cercare di recuperare l’agibilità dell’edificio, che, trovandosi proprio al centro del borgo storico di Cesano, ne è evidentemente punto di attrazione principale e che giova a tutte le attività che si trovano nel circondario.
 
Dopo vari tentativi infruttuosi, ecco la svolta: l’amministrazione di Roma Capitale ha inserito il piano per la riqualificazione del castello all’interno dei piani integrati metropolitani del PNRR, permettendo a questo progetto di rientrare tra i 9 nuovi poli civici che sorgeranno nel territorio comunale all’interno del piano di potenziamento delle Biblioteche di Roma, un piano da 50 milioni di euro che prevede, per il castello del borgo, uno stanziamento di 1,4 milioni di euro.
 
Questo, come ricorda ai nostri taccuini il Presidente del Municipio Roma XV Daniele Torquati, è l’esito di un lavoro molto lungo, portato avanti negli anni, da quando fu approvata una mozione in Consiglio Regionale e due documenti in Consiglio Municipale tra il 2017 e il 2018, nei quali si chiedeva la messa in sicurezza urgente del castello e anche un progetto per la futura riqualificazione. Successivamente è arrivato il finanziamento di Regione Lazio e ASP Asilo Savoia, ovvero l’ente nuovo assegnatario di tutto il patrimonio (castello e aree limitrofe), per le opere di consolidamento e riqualificazione, finanziamento che ha già visto l’espletamento della gara per effettuare tali opere.

Da allora ci sono stati altri sviluppi positivi; sono stati infatti espletati dalla Asp e dalla società vincitrice dell’appalto per i lavori alcuni passaggi burocratici importanti, necessari all’avvio del cantiere, ovvero l’ottenimento del nulla osta in sanatoria per le opere realizzate in passato sine titolo, la presentazione della CILA in sanatoria necessaria per il nuovo accatastamento, ottenuto il quale è stato presentato il progetto presso la Soprintendenza per i Beni Culturali, la quale ha dato l’ok. È stata quindi presentata la SCIA per i lavori e il 17 maggio sono scaduti i 35 giorni di “stand still” previsti dalla legge, ovvero il periodo di tempo in cui possono essere presentati eventuali ricorsi in merito alla gara d’appalto o agli altri passaggi burocratici preliminari. Per fine maggio partiranno presumibilmente i lavori per ridare vita al castello del borgo di Cesano.

“La collaborazione tra Municipio e Asp Asilo Savoia ha portato a un risultato che i cittadini di Cesano attendevano da anni e che destava molta preoccupazione – dichiara ail Presidente Torquati – A seguito del finanziamento regionale e con la gara espletata, a fine maggio potremmo iniziare i lavori che consentiranno di mettere in sicurezza la struttura, trasformandola nel nuovo centro pubblico a disposizione della cittadinanza”.

Per chi fosse interessato all’acquisto di un’abitazione in zona Cesano, Residenze propone in vendita ville bifamiliare in pronta consegna.

 

Foto Google Maps

Residenze Immobiliare » Blog » Vivere Roma » Cesano, nuova vita al castello del borgo grazie al Pnrr

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa