risparmiare luce gas
07.04.2022 /

8 consigli utili per risparmiare su luce e gas

Utilizzo e classe energetica degli elettrodomestici, scelta delle luci, attenzione alla dispersione: tante soluzioni contro il caro bollette

L’innalzamento dei costi dell’energia e del gas e il conseguente aumento delle bollette stanno avendo ripercussioni importanti sulla tenuta economica di molte famiglie. Per attenuare le conseguenze dei rincari, oltre alle misure previste dal governo, ognuno può intervenire cambiando abitudini e facendo scelte finalizzate ad abbassare i consumi generati dalla propria abitazione. Ecco otto consigli utili per risparmiare su luce e gas.

1. Classe energetica degli elettrodomestici

Gli elettrodomestici sono ovviamente i primi protagonisti dei consumi di energia in casa pertanto è bene fare particolare attenzione al momento di sceglierli. È importante, quando acquistiamo un nuovo elettrodomestico, optare per quelli che ci consentono di realizzare un maggiore risparmio di energia. Un riferimento fondamentale, in fase di valutazione e di scelta, è l’etichetta energetica, da leggere con attenzione, in particolare in riferimento alla classe energetica del prodotto.

2. Utilizzo degli elettrodomestici

Le modalità di utilizzo degli elettrodomestici possono fare la differenza in modo importante in bolletta. Alcune accortezze in particolare possono rivelarsi fondamentali per abbassare i consumi. A partire dal forno: non accendiamolo troppo presto, anche quando serve che sia preriscaldato; evitiamo di aprirlo mentre è in funzione; terminiamo la cottura a forno spento e chiuso, utilizzando il calore già generato; scegliamo, se possibile, la modalità ventilato.

Il frigorifero è generalmente l’elettrodomestico che consuma di più pertanto: evitiamo di posizionarlo vicino a fonti di calore – in particolare non dovrebbe stare vicino al forno – e poniamolo ad almeno 10 centimetri di distanza dalle pareti; impostiamo la temperatura tra i 5 e i 6 gradi; facciamo una manutenzione costante di frigorifero e congelatore; facciamo in modo di tenerli aperti il minor tempo possibile e di evitare aperture troppo frequenti.

Per quanto riguarda lavatrice e lavastoviglie è bene attivarle sempre a pieno carico, preferire le basse temperature e i lavaggi eco. Le stufette elettriche costituiscono un sistema di riscaldamento tra i meno efficienti pertanto è bene evitarne più possibile l’impiego; lo stesso è consigliabile in riferimento al ferro da stiro.

3. Elettrodomestici in standby

Mettere un dispositivo in standby non equivale a spegnerlo e la modalità standby, utilizzata per lunghi periodi, può generare dei consumi anche rilevanti: è bene quindi fare attenzione anche a questo aspetto.

4. Illuminazione

Anche le luci incidono in modo importante sul consumo di energia e quindi sulla bolletta. Per risparmiare è bene scegliere solo lampadine a basso consumo e in particolare quelle a LED.

5. Cucinare risparmiando

L’utilizzo combinato di forno a microonde e cucina tradizionale permette di ridurre i consumi di gas. In cucina è inoltre consigliabile utilizzare i coperchi sia per far bollire l’acqua che per cuocere le pietanze: questo ci permetterà di risparmiare sul tempo e sulla quantità di gas impiegato.

6. Evitare la dispersione termica

L’isolamento termico è fondamentale per abbattere i consumi di gas ed elettricità: molti interventi finalizzati a ottimizzare le abitazioni da questo punto di vista, come la sostituzione delle finestre o la realizzazione del cappotto termico, rientrano nell’Ecobonus e nel Superbonus 110%.

7. Impianti di climatizzazione invernale

Se non efficiente, l’impianto di riscaldamento andrebbe sostituito. Anche per interventi di questo tipo, che a fronte di un investimento iniziale possono portare un significativo risparmio in bolletta, è possibile godere delle agevolazioni Ecobonus e Superbonus 110%.

8. Opzioni di consumo

Le bollette vanno tenute sotto controllo in modo costante e attento. Questo ci permetterà ad esempio di scegliere l’orario più conveniente per attivare gli elettrodomestici e di attivare le opzioni di consumo e fatturazione in grado di farci risparmiare. Tra queste ultime c’è ad esempio l’opzione della residenza dell’intestatario delle bollette. La bolletta va controllata anche per essere sempre al corrente di quanto stiamo pagando per i nostri consumi e poter scegliere l’offerta e il fornitore che risultano maggiormente convenienti.

Residenze Immobiliare » Blog » Risparmio energetico » 8 consigli utili per risparmiare su luce e gas

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa