riscaldamento centralizzato autonomo
30.09.2021 /

Riscaldamento centralizzato o autonomo: quale conviene

Determinare quale sia la tipologia di impianto più conveniente e funzionale può dipendere da molti diversi fattori

Quella relativa al riscaldamento domestico è una spesa significativa per gran parte delle famiglie italiane che si calcola oscilli mediamente intorno ai mille euro per ciascun nucleo familiare. Molto dipende tuttavia da quanto e come il riscaldamento viene utilizzato, dalle dimensioni della casa, dal suo livello di isolamento termico, dalla posizione e dall’area geografica in cui l’abitazione si trova. Una variabile fondamentale è poi quella relativa alla tipologia di impianto quindi al tipo di alimentazione e anche alla distinzione tra impianto di riscaldamento centralizzato e autonomo. Le differenze sono significative: vediamo nel dettaglio cosa cambia e come determinare quale sia la soluzione più idonea in base alle proprie abitudini ed esigenze.

Riscaldamento autonomo o centralizzato

Il riscaldamento autonomo prevede la presenza di un impianto dedicato a servire una sola abitazione; il riscaldamento centralizzato prevede invece la presenza di un’unica caldaia, di potenza molto più elevata rispetto a quelle utilizzate per gli impianti autonomi, che attraverso un sistema di tubazioni particolarmente esteso riesce a servire più unità abitative differenti. Il riscaldamento centralizzato è quello presente più di frequente all’interno dei condomini e prevede il posizionamento della caldaia condivisa in spazi comuni.
Col riscaldamento autonomo i consumi e i costi di manutenzione dell’impianto sono a carico esclusivamente del nucleo familiare che abita la casa, il riscaldamento centralizzato prevede invece la condivisione di costi e utenze tra tutti i soggetti collegati all’impianto.

Riscaldamento autonomo o centralizzato: pro e contro

Ognuno dei due diversi sistemi di riscaldamento prevede pro e contro: solo sulla base di questi e delle esigenze di ciascuno è possibile stabilire quale sia quello più utile e conveniente. In generale si può dire che l’impianto autonomo ha come principale vantaggio quello della completa libertà nella scelta dei periodi e degli orari di accensione e spegnimento mentre l’impianto centralizzato può essere acceso solo nei periodi dell’anno stabiliti da apposita normativa e per un numero massimo di ore ogni giorno, anch’esso fissato per legge e che varia in base alla zona.
Esiste poi un limite per la temperatura massima che può essere impostata all’interno delle abitazioni: questa non può superare i 20 gradi, con un margine di tolleranza che arriva a 22. Questo vincolo dovrebbe essere rispettato anche in caso di riscaldamento autonomo, ma generalmente lo si tiene in considerazione solo quando l’impianto è centralizzato.
La normativa in materia, in caso di impianto centralizzato, prevede a questo proposito anche l’obbligo di dotarsi di sistemi di termoregolazione del calore: delle valvole termostatiche devono essere installate sui caloriferi in modo da poter impostare, per ogni stanza, la temperatura desiderata. Infine, sempre in caso di riscaldamento centralizzato, sussiste l’obbligo di utilizzare un sistema di contabilizzazione che permetta di misurare i consumi di ognuna delle unità abitative connesse per fare in modo che le spese possano essere suddivise in base ai consumi stessi.
Se quindi gli impianti centralizzati comportano più vincoli e limitazioni hanno come vantaggio quello di garantire un rendimento più elevato: le caldaie condominiali comuni sono normalmente molto più efficienti di quelle installate per le singole abitazioni e questo consente di erogare calore consumando meno.
In generale stabilire quale sia la soluzione più conveniente non è semplice oltre al fatto che scegliere non è sempre possibile: se si acquista all’interno di un condominio un appartamento già connesso al riscaldamento centralizzato, ottenere il distacco può essere molto complesso e anche costoso.

Residenze Immobiliare » Blog » Risparmio energetico » Riscaldamento centralizzato o autonomo: quale conviene

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa