posto auto condominiale

Posto auto condominiale di proprietà: diritti e doveri dei proprietari e degli altri condomini

Il parcheggio condominiale è un’area comune per la sosta delle vetture degli abitanti di un dato edificio. Quali sono le regole per usufruirne?
24.02.2023 /
Condividi
Condividi

Il parcheggio condominiale è un’area comune dedicata alla sosta delle vetture in uso agli abitanti di un edificio, dunque uno spazio aperto a tutte le auto degli inquilini presenti in un condominio.

Succede però assai di frequente che il numero delle automobili sia maggiore rispetto a quello dei posti auto disponibili. Ad esempio può capitare che una singola famiglia possa o voglia occupare più posti auto, a discapito degli altri condomini.

Per risolvere simili problemi interviene il regolamento del condominio o, con decreti speciali, l’assemblea condominiale: l’assegnazione dei posti auto.

L’assegnazione è ispirata da un criterio di equità, serve a chiarire diritti e limiti individuali per ciascun condomino sullo spazio dedicato al parcheggio.

Come bisogna comportarsi con il posto auto condominiale?

Nel Codice Civile non esistono norme specifiche riguardo alla regolamentazione del posto auto in condominio.

L’articolo 1117 del Codice Civile si limita a definire le aree destinate al parcheggio condominiale come proprietà comune; in base a ciò ogni condomino ne esercita un diritto al quale non può rinunciare. Importante in questo senso è anche l’articolo 1150 del Codice Civile, che prevede la presenza di almeno un metro quadro di parcheggio ogni dieci metri cubi di fabbricato.

In alcuni condomini i posti vengono lasciati occupabili senza assegnazione, in altri è stabilita una divisione secondo i millesimi di proprietà, invece, dove c’è sufficiente spazio, si attribuisce un posto a ciascun condomino.

Succede comunque quasi sempre che non ci sia abbastanza spazio per tutti. In quel caso la consuetudine impone la turnazione dei posti auto su base giornaliera, settimanale o mensile. Il principio di tale disposizione è quello di estendere a tutti i condomini il diritto di godere in modo adeguato dei posti auto comuni, senza estromettere o favorire qualcuno in particolare

Diritti e doveri del posto auto condominiale 

Attraverso l’assemblea condominiale, si può dunque procedere all’assegnazione dei posti o all’organizzazione della turnazione, sempre da definire con il voto favorevole della maggioranza degli intervenuti, in rappresentanza di almeno la metà dei millesimi.

L’amministratore condominiale avrà poi il compito di disciplinare l’uso di questi spazi, così come ha il dovere di curare le cose comuni e la fruizione dei servizi nell’interesse comune.

Dunque, ogni decisione relativa allo spazio adibito al parcheggio condominiale deriva da una delibera dell’assemblea o dalla consuetudine ispirata al buon senso e alle norme dell’equità.

Di solito il diritto di parcheggio di una seconda vettura scatta solo se tutti gli altri condomini hanno ottenuto un posto per la prima automobile. Inoltre il condomino non può decidere arbitrariamente di affittare o cedere a esterni lo spazio a lui assegnato. 

I nostri servizi

Crediamo nella qualità di servizi e soluzioni. In un mercato che sa ascoltare, capire e consigliare, e che non si limita a vendere. Residenze Immobiliare è un progetto che nasce all’insegna del rispetto e della capacità di tradurre in percorsi sostenibili i bisogni di persone, famiglie e imprese di costruzione.
Home » Posto auto condominiale di proprietà: diritti e doveri dei proprietari e degli altri condomini

Cerca fra le pagine e nel blog

Scrivici

Campo obbligatorio
E' richiesta una email valida
Campo obbligatorio