imu tari 2022
07.06.2022 /

Novità 2022 per Imu e Tari

Bonus Imu, coniugi con residenze diverse, pensionati residenti all’estero: ecco cosa cambia per le tasse sulla casa

Anche per il 2022 si avvicina il termine per il versamento della prima rata dell’Imu, fissato per il 16 giugno, mentre le scadenze annuali delle Tari variano da Comune a Comune, ma sono tre ogni anno (fine aprile, primi di agosto, fine anno). La scadenza del saldo Imu è fissata al 16 dicembre, ma ai contribuenti viene lasciata anche la possibilità di versare l’imposta municipale unica in una sola rata da versare entro il 16 giugno. Vediamo quindi quali sono le novità per quanto riguarda Imu e Tari 2022.

Bonus Imu

La Legge di Bilancio 2022 ha previsto un bonus per il pagamento dell’Imu a favore di commercianti e artigiani che iniziano, proseguono o trasferiscono la propria attività in un comune con popolazione fino a 500 abitanti delle aree interne del Paese. L’obiettivo è di favorire lo sviluppo turistico di queste zone e ostacolarne lo spopolamento anche commerciale. Il bonus è valido per gli anni 2022 e 2023.

Imu e coniugi con residenze diverse

Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi situati nel territorio comunale o in comuni diversi, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile, scelto dai componenti del nucleo familiare. Così è stato stabilito dalla Legge n. 169 del 27 dicembre 2019 come modificata dal Decreto Legge n. 146 del 21 ottobre 2021.

Imu per i pensionati residenti all’estero

La Legge di Bilancio 2022 ha inoltre previsto, per l’anno in corso, la riduzione dal 50 al 37,5% dell’Imu dovuta sull’unica unità immobiliare che non sia affittata o data in comodato d’uso, posseduta in Italia da soggetti non residenti nel territorio dello Stato e titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l’Italia ossia gli iscritti all’Aire, Anagrafe degli italiani residenti all’estero.

Novità Tari 2022

Le principali novità relative alla Tari sono contenute nel “Testo unico per la regolazione della qualità del servizio di gestione dei rifiuti urbani” approvato dall’ARERA con la delibera 15/2022 ed entreranno in vigore a partire dal primo gennaio 2023. Il documento prevede in particolare l’introduzione di un tempo standard di risposta alle richieste di attivazione, variazione e cessazione del servizio (30 giorni lavorativi per una percentuale di prestazioni, compresa tra il 70% e il 90%, differenziata in relazione allo schema regolatorio di riferimento). Inoltre i Comuni sono obbligati a prevedere l’accesso alla rateizzazione dei pagamenti (per rate di importo minimo pari a 100 €) per alcune particolari categorie di utenti che ne facciano richiesta:

  • utenti che dichiarino di essere beneficiari del bonus sociale per disagio economico previsto
    per i settori elettrico e/o gas e/o per il settore idrico
  • ulteriori utenti che si trovino in condizioni economiche disagiate, individuati secondo i
    criteri definiti dall’ente territoriale competente
  • qualora l’importo addebitato superi del 30% il valore medio riferito ai documenti di riscossione emessi negli ultimi due anni
Residenze Immobiliare » Blog » Fiscalità » Novità 2022 per Imu e Tari

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa