progettare arredamento casa /progettare-casa/ mar 20
15.03.2020 /

Gli step fondamentali per progettare l’arredamento di casa

Funzionalità, stile e budget sono i passaggi più importanti nel disegnare gli interni della propria abitazione

Arredare la propria casa è un’operazione da compiere con attenzione perché quello che faremo e sceglieremo in questa fase si ripercuoterà inevitabilmente sulla vivibilità dell’abitazione per tutto il tempo in cui ci vivremo. Il primo consiglio che vi diamo è quindi quello di dedicare alla progettazione degli interni il giusto tempo e valutazioni e riflessioni approfondite che riguardino tra l’altro non solo il presente, ma anche le possibili esigenze future.

Per realizzare un progetto di arredamento molto spesso ci si rivolge a professionisti o a studi professionali del settore, ma non c’è nulla di male nel provare a fare da soli, soprattutto se si hanno le idee chiare su come si vuole organizzare gli spazi e su quale stile scegliere. Di sicuro otterremo un risultato completamente personalizzato e magari ci divertiremo anche. Ecco quindi gli step fondamentali da seguire per progettare l’arredamento della nostra casa. 

Pensare spazi e funzionalità

La casa in cui abitiamo deve essere certamente bella e accogliente, ma, ancor più importante, deve essere funzionale alle nostre esigenze di vita. La prima cosa da valutare e organizzare nel momento in cui ci accingiamo a progettare l’arredamento deve essere quindi l’organizzazione di spazi e ambienti. Per farlo consideriamo abitudini, stili di vita e routine, nostri e di chi abita con noi. Se la casa è grande potremo scegliere il mobilio con più libertà, se invece abbiamo a che fare con metrature ridotte dovremo puntare a ottimizzare lo spazio a disposizione ricorrendo anche ad elementi di arredo realizzati su misura. Per realizzare il progetto grafico possiamo usare uno dei molti programmi o applicazioni digitali, disponibili anche gratuitamente, e con interfacce 3D efficaci e semplici da utilizzare anche per chi non è del settore. Un modo per ottenere un buon risultato, anche se non si è interior designer o architetti di interni, è quello di prendere ispirazione da progetti realizzati da professionisti che ci piacciono e che potrebbero essere replicati, magari anche solo parzialmente, per la nostra casa: immagini e grafiche possono essere facilmente reperiti online, su siti e portali dedicati, e sulle riviste di settore.

Definire un budget

Una volta realizzato il progetto, o almeno gran parte di esso, sarà opportuno fissare un budget: questo ci aiuterà a regolarci meglio nel momento in cui procederemo con l’acquisto dei vari pezzi di arredamento, potendo valutare in modo più attento cosa possiamo permetterci e cosa no. È poi vero che ognuno ha abitudini e preferenze differenti pertanto si può decidere ad esempio di spendere molto di più per la cucina che per la camera da letto o si può optare per un mobilio semplice ed economico, ma dando un tocco particolare e personale agli ambienti investendo in uno o più pezzi di design. L’importante è che ogni scelta venga fatta in modo consapevole e quindi avendo fissato una cifra di riferimento come spesa massima sostenibile. Altra cosa importante da sottolineare è che non occorrono budget molto elevati per ottenere un arredamento di qualità e che ci soddisfi in pieno: fondamentale è usare un po’ di creatività e personalizzare in base ai nostri gusti.

Scegliere uno stile

La scelta dello stile con cui vogliamo arredare casa è un altro passo fondamentale. Nel compiere questa scelta dobbiamo innanzitutto considerare l’eventuale presenza nell’abitazione di elementi che non possono essere modificati, come ad esempio il pavimento o gli infissi, se non vogliamo sostituirli. Lo stile dei mobili dovrà in qualche modo adattarsi a questi elementi preesistenti per evitare di creare contrasti di cattivo gusto. Lo stile poi può essere scelto in base al nostro gusto, magari sbirciando tra portali e riviste di settore, come già detto, per farsi delle idee. Si può optare anche per la combinazione di due o più stili diversi, l’importante è che i vari pezzi di arredamento si addicano l’uno con l’altro creando, nell’insieme, un risultato piacevole. Nello scegliere il mobilio poi, invece che partire dalla scelta di uno stile, qualcuno decide di partire dall’acquisto di un solo mobile o complemento che piace particolarmente e intorno al quale si costruisce tutto il resto. Anche questa può essere un’alternativa che tuttavia può rendere il resto del lavoro più complicato, soprattutto se si tratta di un elemento molto particolare e quindi complicato da “abbinare”.

Accostamento dei colori

Molto importante è anche avere un’idea dei colori che intendiamo utilizzare per arredare casa o quantomeno di quelli dominanti. Per fare questo è necessario tenere presente alcune regole base, come ad esempio che per la cucina è preferibile usare colori caldi mentre per la camera e il bagno è preferibile scegliere colori freddi o neutri.

Residenze Immobiliare ha in essere una partnership con Arredo Roma, una realtà che offre un’offerta ampia, di qualità e rigorosamente Made in Italy. Grazie a questa partnership Residenze Immobiliare è in grado di offrire a chi acquista casa la possibilità di scegliere l’opzione La tua casa arredata.

Residenze Immobiliare » Blog » Arredamento » Gli step fondamentali per progettare l’arredamento di casa

Cerca nel sito

In più da Residenze

Cerca nel sito

Torna all'inizio

Cerca sulla mappa